Tagliolini con salsa di Pecorino Toscano DOP e salsiccia

Tagliolini con salsa di Pecorino Toscano DOP e salsiccia



FacebookTwitterPinterestShare

Ingredienti

  • 330 g di tagliolini
  • 200 g di salsiccia
  • 160 g di Pecorino Toscano DOP grattugiato
  • 1 cucchiaino di curry
  • Sale e pepe q.b.


Procedimento

Cuocete i tagliolini in abbondante acqua salata bollente e prelevate una tazza di acqua di cottura da utilizzare per sciogliere il Pecorino Toscano DOP.

Mescolate acqua e Pecorino Toscano finché non otterrete una cremina densa. Aggiungete il curry e amalgamate.

Spellate la salsiccia e sgranatela con una forchetta. Fatela rosolare in padella senza aggiunta di grassi finchè non risulterà croccante e leggermente dorata.

Quando i tagliolini saranno cotti, scolateli e versateli direttamente nella padella con la salsiccia, aggiungendo anche la salsa al Pecorino Toscano.

Spegnete il fuoco e mescolate bene la pasta insieme al condimento.

Pepate a piacere e servite.



Chiara Messena del blog La cucina di Pippicalzina





Scopri altre ricette


Pasta fresca con gamberi e Pecorino Toscano DOP

Ricette



Pasta fresca con gamberi e Pecorino Toscano DOP



FacebookTwitterPinterestShare

Ingredienti

Per la pasta

  • 300 g di farina 00
  • 130 g di purea di zucca
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di olio EVO
  • Sale q.b.

Per il ripieno

  • 230 g di Pecorino Toscano DOP stagionato
  • 3 patate medie
  • 30 gamberi sgusciati
  • ½ limone
  • Misto di erbe aromatiche a piacere (basilico, rosmarino, timo, maggiorana, prezzemolo…)
  • Olio EVO
  • Sale q.b.

Per il condimento

  • Fiori di zucca
  • Pomodorini
  • Olio EVO
  • Sale q.b.


Procedimento

Setacciate la farina sul piano da lavoro e formate al centro una cavità. Sbattete l’uovo con la forchetta, quindi versatelo al centro della cavità della farina, insieme a purea di zucca e poco olio EVO. Incorporate poca farina per volta prelevandola dai bordi e aiutandovi con la forchetta.

Quando la farina sarà stata assorbita del tutto, formate una palla. Impastate spingendo sulla pasta con i polsi, ripetendo l’operazione fino a quando la pasta non sarà liscia e omogenea. Coprite e fatela riposare per un’ora.

Lessate le patate e poi schiacciatele. Cuocete in padella i gamberi sgusciati insieme a olio, acqua, erbe aromatiche e il succo di mezzo limone.

Appena saranno pronti, tritate i gamberi e mescolateli con la purea di patate. Aggiungete il Pecorino Toscano DOP stagionato grattugiato e, se necessario, aggiustate di sale.

Stendete la pasta fino allo spessore di circa 1 mm. Ricavate dei quadrati di 7 cm per lato. Mettete il ripieno in una sac-a-poche e distribuitene un mucchietto al centro di ogni quadrato.

Appoggiate il quadrato di pasta sulla mano e ripiegate l’angolo in basso sul ripieno. Ripiegate il lembo di pasta di destra sopra al ripieno, poi fate lo stesso con il lembo di sinistra. Proseguite in questo modo fino a formare una “treccia”. Giunti all’estremità finale del tortello, saldate la pasta pizzicandola tra il pollice e l’indice.

Preparate il condimento rosolando i fiori di zucca e i pomodorini insieme con un po’ d’olio e un pizzico di sale.

Cuocete la pasta fresca in abbondante acqua salata bollente per 5-6 minuti. Aggiungete ai tortelli il condimento di fiori di zucca e pomodorini e un filo di olio EVO. Servite.



Camilla Assandri del blog La cascata dei sapori





Scopri altre ricette


Bottoncini al Pecorino Toscano DOP con ragù bianco di piccione

Ricette




Cerca nelle ricette

Bottoncini al Pecorino Toscano DOP con ragù bianco di piccione



FacebookTwitterPinterestShare

Ingredienti per 4 persone

Per la pasta

  • 500 g di semola di grano duro rimacinata
  • 300 ml d’acqua tiepida
  • Sale q.b.

Per il ripieno

  • 250 g di Pecorino Toscano DOP stagionato
  • 3 cucchiai d’acqua tiepida

Per il ragù

  • 2 piccioni
  • ½ bicchiere di aceto bianco
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • 4 cucchiai di misto per soffritto (sedano, carota, cipolla a cubetti)
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 bacca di ginepro
  • 5 cucchiai d’olio EVO
  • 100 ml di panna fresca
  • Rosmarino fresco
  • Sale e pepe q.b.


Procedimento

In una ciotola mettete la semola di grano duro e metà dell’acqua prevista e cominciate a impastare. Continuate aggiungendo l’acqua poco alla volta, fino a ottenere un impasto liscio, sodo ed elastico.

Coprite con un canovaccio e lasciate riposare per 30 minuti.

Grattugiate il Pecorino Toscano DOP, unite 2 cucchiai d’acqua e cominciate a impastare, unite altra acqua poco alla volta, sempre impastando, fino ad ottenere quasi una pasta.

Tirate l’impasto di semola fino a uno spessore di circa 2 mm e, con un coltello, tagliate delle strisce larghe circa 8 cm.

Con la pasta di Pecorino Toscano, formate delle palline grandi appena più di un cece e posizionatele sulla meta’ inferiore della sfoglia.

Ripiegate la pasta fino a coprire il ripieno e fate pressione per chiuderla.

Con uno stampino tondo, formate i bottoncini e lasciateli asciugare sulla spianatoia leggermente infarinata.

Per la preparazione del ragù, cominciate tagliando i piccioni a pezzi, metteteli in una casseruola con mezzo bicchiere d’aceto bianco, coprite con un coperchio e cuoceteli a fiamma media per 15 minuti, poi scolate e lasciate intiepidire.

In una padella, versate l’olio e, appena è caldo, unite il trito da soffritto, il rosmarino tritato finissimo, lo spicchio d’aglio, la carne e la bacca di ginepro.

Lasciate rosolare per qualche minuto, poi sfumate con il vino, alzate la fiamma e continuate la cottura per 15 minuti.

Togliete l’aglio e il ginepro, salate e pepate a piacere, aggiungete la panna e, non appena comincia a rapprendersi, spegnete il fuoco.

Cuocete i bottoncini in abbondante acqua salata bollente, scolateli al dente e versateli nella padella con il ragù di piccione.

Aggiungete 2 cucchiai d’acqua di cottura, saltateli il tutto per un paio di minuti e servite con una generosa spolverata di Pecorino Toscano DOP stagionato.



Simona Lelli del blog Farine, Fiori e Fili



Scarica PDF del Ricettario Mai Dire Mai




Scopri altre ricette


Cannoli di pasta kataifi con Pecorino Toscano DOP e cozze

Ricette




Cerca nelle ricette

Cannoli di pasta kataifi con Pecorino Toscano DOP e cozze



FacebookTwitterPinterestShare

Ingredienti per 3/4 persone

Per la pasta

  • 300 g di farina 00
  • Mezzo bicchiere di olio EVO
  • Acqua q.b.
  • Sale q.b.

Per il ripieno

  • 300 g di cozze (pesate senza guscio)
  • 200 g di Pecorino Toscano DOP stagionato
  • 3 patate di media grandezza
  • 1 cucchiaio di curcuma
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • 1 pizzico di peperoncino
  • 1 rametto di timo
  • 1 cucchiaio di olio di sesamo
  • 5 cucchiai di olio EVO
  • Erba cipollina fresca
  • Brodo vegetale q.b.
  • Sale q.b.


Procedimento

Mettete a rosolare le cozze con il misto di spezie e l’olio di sesamo.

Per la pasta kataifi, mettete la farina in una ciotola, aggiungete il sale e, a poco a poco, l’acqua a temperatura ambiente. Impastate energicamente fino a ottenere una palla liscia e soda.

Coprite con la pellicola e lasciate riposare per almeno 45 minuti. Nel frattempo, mettete a bollire le patate.

Trascorso il tempo di riposo della pasta, cominciate a stenderla un poco alla volta con un mattarello o con la macchina per la pasta.

Una volta ottenute delle sfoglie sottili, spennellatele con olio EVO a tre strati sovrapposti (3 fogli di pasta diversi posti uno sopra l’altro o, se abbastanza lungo, lo stesso foglio di pasta ripiegato 3 volte su se stesso).

Stendete nuovamente la pasta e procedete a creare dei tagliolini molto sottili, simili ai capelli d’angelo.

Oleate molto bene dei cilindri per cannoli e avvolgetevi un gruppetto di tagliolini in modo che siano compatti, ma non schiacciati.

Oleate anche la superficie della pasta e mettete i cannoli in forno preriscaldato a 180 °C finché non cominceranno a dorarsi in superficie. Una volta cotti, sfornate e lasciate raffreddare.

Per il ripieno, pelate le patate e tagliate il Pecorino Toscano DOP a cubetti. In un mixer, tritate prima di tutto il Pecorino Toscano, poi aggiungete le patate, circa 100 g di cozze e un po’ di sale.

A filo, aggiungete il brodo e un po’ d’olio, fino a ottenere la consistenza di una mousse. Se necessario, aggiustate di sale.

Riempite la sac-a-poche con la mousse e farcite i cannoli. Impiattate mettendo due o tre cannoli per piatto, una cucchiaiata di mousse con scaglie di Pecorino Toscano e qualche cozza per guarnire. Servite.



Elena Arrigoni del blog Cominciamo da qua


Scarica PDF del Ricettario Mai Dire Mai




Scopri altre ricette


Gnocchi di barbabietola con Pecorino Toscano DOP

Gnocchi di barbabietola con Pecorino Toscano DOP

Ricette




Cerca nelle ricette

Gnocchi di barbabietola con Pecorino Toscano DOP


Gnocchi di barbabietola con Pecorino Toscano DOP

FacebookTwitterPinterestShare

Ingredienti

Per gli gnocchi

  • 1 kg di patate
  • 300 g di farina di grano duro
  • 30 g di Pecorino Toscano DOP
  • 1 barbabietola rossa precotta
  • 1 uovo
  • Sale q.b.

Per il ripieno e la crema

  • 100 g di Pecorino Toscano DOP
  • 80 g di formaggio fresco (tipo Philapelphia)
  • 150 ml di latte
  • Sale e pepe q.b.


Procedimento

Lessate le patate per 40 minuti, pelatele e passatele ancora tiepide nello schiacciapatate. Fare raffreddare.

Aggiungete la farina, l’uovo, il Pecorino Toscano DOP grattugiato, un pizzico di sale e iniziate a lavorare l’impasto. Aggiungete anche la barbabietola schiacciatae continuate a lavorare fino a ottenere un panetto. Lasciate riposare mentre preparate il ripieno.

Grattugiate il Pecorino Toscano e amalgamatelo quasi tutto al formaggio fresco.

Riprendete l’impasto, ricavate dei lunghi cilindri, tagliateli a tocchetti, formate delle palline, schiacciatele e riempitele con il ripieno, poi richiudetele.

Mettete l’acqua a bollire, cuocete gli gnocchi (quando vengono a galla sono pronti), scolateli e teneteli al caldo mentre preparate il condimento.

Scaldate il latte e fatevi sciogliere il ripieno avanzato, aggiungendo ancora un po’ di Pecorino Toscano grattugiato.

Mettete uno o due cucchiai di crema nel piatto, adagiatevi gli gnocchi e servite caldi.



Alessandra Molla del blog Sweet cakes by Lalla


Scarica PDF del Ricettario "Mai Dire Mai"




Scopri altre ricette


Gnocchi di ceci ripieni di Pecorino Toscano DOP e curry

Ricette




Cerca nelle ricette

Gnocchi di ceci ripieni di Pecorino Toscano DOP e curry



FacebookTwitterPinterestShare

Ingredienti

Per gli gnocchi

  • 125 g di farina di ceci
  • 125 g di farina 00
  • 30 g di Pecorino Toscano DOP grattugiato
  • 1 cucchiaio di curry
  • Sale q.b.

Per il ripieno

  • 150 g di Pecorino Toscano DOP grattugiato
  • 1 cucchiaio di curry
  • Latte q.b.
  • Sale q.b.

Per la salsa

  • 50 g di Pecorino Toscano DOP grattugiato
  • 100 g di latte
  • 1 cucchiaino di curry
  • Sale q.b.

Per guarnire

  • Una manciata di noci tritate
  • Pepe nero macinato fresco q.b.


Procedimento

Setacciate le due farine insieme a un pizzico di sale.

Portate a ebollizione 250 cl di acqua, spegnete il fuoco, unite il mix di farine e il curry mescolando energicamente con un cucchiaio di legno. Lasciate intiepidire e lavorate con le mani fino a ottenere un composto sodo e liscio.

Preparate il ripieno impastando con le mani il Pecorino Toscano DOP grattugiato e il curry con qualche goccia di latte. Aggiustate di sale.

Formate gli gnocchi aiutandovi con le mani leggermente umide, mettete dentro un pezzetto di ripieno, chiudeteli facendo roteare la pallina tra i palmi delle mani, in modo che in ripieno non fuoriesca, e disponeteli su un piano infarinato.

Cuocete gli gnocchi in abbondante acqua salata bollente, quando salgono in superficie aspettate un altro paio di minuti e poi saranno pronti.

Preparate la salsa facendo sciogliere il Pecorino Toscano con curry, latte e un pizzico di sale.

Saltate gli gnocchi in padella con la crema per qualche minuto, impiattate e guarniteli con noci tritate tostate e una generosa grattugiata di pepe nero.



Valeria Gallorini del blog Una gatta in cucina





Scopri altre ricette


Gnocchi di Pecorino Toscano DOP su vellutata di funghi porcini

Ricette




Cerca nelle ricette

Gnocchi di Pecorino Toscano DOP su vellutata di funghi porcini



FacebookTwitterPinterestShare

Ingredienti per 4 persone

Per gli gnocchi

  • 400 g di Pecorino Toscano DOP
  • 70 g di ricotta
  • 30 g di pangrattato
  • 30 g di farina
  • 4 cucchiai di olio EVO
  • 1 cucchiaino di curcuma
  • 1 uovo
  • Sale q.b.

Per la vellutata di porcini

  • 500 g di funghi porcini
  • 3 g di sale
  • 1 patata
  • 1 zucchina
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 costa di sedano
  • 1 spicchio d’aglio
  • 3 cucchiai di olio EVO
  • Alloro
  • 1 pizzico di pepe
  • Prezzemolo q.b.


Procedimento

Preparate il brodo vegetale (per questa ricetta ne servono 500 ml) con la zucchina, la patata, la carota, la cipolla, il sedano l’alloro, il pepe e l’aglio.

Grattugiate il Pecorino Toscano DOP. In una ciotola, versate il Pecorino Toscano, la ricotta, la curcuma e un pizzico di sale e mescolate con un cucchiaio di legno per amalgamare gli ingredienti.

Rovesciate l’impasto su una spianatoia infarinata, unite l’uovo, la farina e il pangrattato, poi impastate con le mani.

Dividete l’impasto in filoncini di circa 2 cm di spessore e tagliate gli gnocchi con un coltello.

Pulite i porcini con un panno umido e tagliateli a fettine sottili nel senso della lunghezza. Sbucciate e tagliate a dadini la patata.

In una padella, fate rosolare lo spicchio d’aglio nell’olio. Unite la patata e i funghi e fate insaporire a fuoco vivo per qualche minuto.

Regolate di sale e pepe, unite il brodo vegetale e proseguite la cottura per circa 20 minuti a fuoco moderato.

Eliminate lo spicchio d’aglio e frullate il composto. Passate la vellutata con il colino per ottenere una consistenza omogenea.

Cuocete gli gnocchi in abbondante acqua salata bollente. Scolateli e conditeli con l’olio.

Versate la vellutata in un piatto fondo e adagiatevi gli gnocchi. Insaporite il piatto con del prezzemolo fresco e servite subito.



Sara Bonaccorsi del blog Cucina con Sara





Scopri altre ricette


Ravioli ripieni di Pecorino Toscano DOP con ragù di coniglio

Ricette



Ravioli ripieni di Pecorino Toscano DOP con ragù di coniglio


Ravioli ripieni di Pecorino Toscano DOP con ragù di coniglio

FacebookTwitterPinterestShare

Ingredienti per 45 ravioli ca.

Per la sfoglia

  • 200 g di farina
  • 2 uova
  • Acqua a temperatura ambiente q.b.
  • Sale q.b.

Per la crema di Pecorino Toscano DOP

  • 200 g di panna liquida
  • 180 g di Pecorino Toscano DOP stagionato

Per il brodo

  • ½ dado vegetale (o, se pulite voi il coniglio, i suoi scarti)
  • ½ carota
  • ½ cipolla
  • ½ gambo di sedano
  • Sale q.b.

Per il ragù

  • 200 g di coniglio tritato
  • 100 ml di vino bianco secco
  • 1 limone
  • ½ carota
  • ½ cipolla
  • ½ gambo di sedano
  • Olio EVO
  • Alloro
  • Rosmarino
  • Concentrato di pomodoro
  • Polvere di olive nere
  • Sale e pepe q.b.


Procedimento

Preparate circa 200 ml di brodo con mezzo dado da cucina (o con gli scarti del coniglio), mezza carota, mezza cipolla e mezzo gambo di sedano tagliati grossolanamente. Aggiustate di sale e mentre il brodo è sul fuoco, preparate le verdure a cubetti per il soffritto da cuocere con un po’ d’olio a fiamma bassa.

Aggiungete il coniglio tritato al soffritto, sfumate con il vino bianco e aggiungete il concentrato di pomodoro, un paio di foglie d’alloro e un rametto di rosmarino. Salate e pepate a piacere.

Cuocete per un’ora con il coperchio a fiamma bassissima, controllando spesso e aggiungendo brodo all’occorrenza.

Nel frattempo, preparate la sfoglia impastando uova, farina, acqua e sale fino a ottenere un impasto sodo e omogeneo: ricordate di tenere da parte un po’ di farina. Coprite la sfoglia con della pellicola e lasciate riposare.

Per la crema di Pecorino Toscano DOP, scaldate la panna in un pentolino, senza farla bollire. Spegnete il fuoco e aggiungetevi il Pecorino Toscano grattugiato. Frullate velocemente con il minipimer fino a ottenere una crema e lasciate riposare in modo che si addensi.

Infarinate l’impasto e tirate la sfoglia per i ravioli, ricavando poi dei quadrati di circa 3,5 cm per lato. Disponete al centro di ogni quadrato una nocciola di crema di Pecorino Toscano. Chiudete ogni raviolo a triangolo e sagomate i bordi con una rotella dentata.

Cuocete i ravioli in abbondante acqua salata bollente e, dopo un minuto da quando sono saliti a galla, ripassateli in padella con il ragù di coniglio e un po’ d’olio.

Disponete alcuni ravioli su un piatto e aggiungete un po’ di polvere di olive nere essiccate e una grattata di scorza di limone.

Il piatto è pronto per essere servito.



Stefania Mulè del blog Big Shade





Scopri altre ricette


Risotto al Pecorino Toscano DOP con piccione

Ricette



Risotto al Pecorino Toscano DOP con piccione



FacebookTwitterPinterestShare

Ingredienti per 6 persone

  • 2 piccioni da circa 300 g ciascuno
  • 150 g di zibibbo
  • 150 g di cipolla rossa
  • 500 g di riso Carnaroli
  • 250 g di Pecorino Toscano DOP stagionato (compresa la crosta)
  • 75 g di burro
  • Olio EVO q.b.
  • Sale q.b.


Procedimento

Mettete in un tegame un cucchiaio di olio EVO, aggiungete la cipolla a fette sottili e lasciate rosolare.

Aggiungete i piccioni, puliti, lavati e strinati. Rigirate i piccioni in modo da farli rosolare bene completamente.

Cuocete insieme anche i fegatini lasciandoli, però, separati dai piccioni.

Aggiungete lo zibibbo e il sale e continuate la cottura a tegame coperto per una trentina di minuti, rigirando i piccioni varie volte.

Preparate il brodo per la cottura del riso mettendo sul fuoco l’acqua con le croste del Pecorino Toscano DOP stagionato. Aggiungete il sale e lasciate bollire per 20 minuti (poi continuate a far sobbollire durante la preparazione del risotto).

Mettete sul fuoco un tegame basso e largo, quando sarà ben caldo aggiungete il riso e lasciatelo tostare per alcuni minuti, rigirandolo.

Aggiungete il brodo di Pecorino Toscano un poco alla volta, mescolando in continuazione il riso in modo che non si attacchi al tegame. Aggiungete il brodo fino ad assorbimento e continuate a mescolare per 15/20 minuti.

Spegnete il fuoco e aggiungete il Pecorino Toscano tagliato a dadini piccoli e il burro, continuando a mescolare.

A parte, tritate i fegatini di piccione e passateli al mixer con un cucchiaio di fondo di cottura e olio EVO, fino a ottenere una salsa omogenea.

Affettate il petto di piccione e componete il piatto con una base di risotto, fettine di piccione e un giro di salsa ai fegatini.

Servite caldo.



Antonella Eberlin del blog Cucino io





Scopri altre ricette