Tra Volterra e la Valdelsa senese: la storia incontra l’arte casearia

Volterra è una città in cui si respira la storia e dove ogni vicolo, ogni palazzo e ogni piazza raccontano il passato millenario di questo borgo, che vede fra le sue eccellenze anche la produzione di Pecorino Toscano DOP

Dagli etruschi fino al Novecento, le testimonianze artistiche e architettoniche si sono stratificate offrendo un risultato straordinario alle migliaia di visitatori che ogni anni decidono di scoprire questa splendida realtà a cavallo tra la provincia di Pisa e di Siena, famosa per la lavorazione dell’alabastro, roccia di origine gessosa o calcitica.

  • Volterra e il suo territorio

Volterra domina un territorio di grande bellezza, la Valdelsa, costellato da paesi e piccoli centri molto caratteristici: c’è Colle Val d’Elsa, la città del cristallo, Casole d’Elsa, San Gimignano, la città delle torri.

  • La produzione di Pecorino Toscano DOP

Nel bel mezzo di questo scenario sorge anche una piccola località, Montemiccioli, anch’essa di origine medievale, come testimoniano le tracce di insediamenti castellani risalenti al XIV e al XV secoli. Ed è qui che si trova il Caseificio Pinzani che, dal 1975, produce formaggio secondo la lavorazione senese del pecorino a latte crudo. Nel 1972 Guido Pinzani aveva aperto un primo Caseificio, alla Certosa di Pontignano, nel Chianti senese, prima di trasferirsi definitivamente nel cuore della Valdelsa. Una storia lunga quasi mezzo secolo incentrata sulla ricerca dell’eccellenza e sulla passione per un’arte, quella casearia, tramandata di generazione in generazione.

Per approfondire, visitate il sito del Caseificio Pinzani

FacebookTwitterShare
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.