Strane, ma sane. Ecco le nuove tendenze del food

Photo by Edgar Castrejon on Unsplash

Un’indagine della catena alimentare statunitense Whole Foods Market delinea i nuovi trend alimentari a stelle e strisce. Vedremo se sarà questo anche il destino delle abitudini alimentari del vecchio continente…

“Vorrei un po’ di funghi funzionali, grazie. Mi servono per il caffè”. “Certo. Lei signora, cosa desidera?”. “Per me una manciata di petali da forno”. “Perfetto. Il signore invece, gradisce qualcosa?” “Sì, vorrei due etti di polvere da zuppa”.
Ecco quali potrebbero essere le richieste al nostro pizzicagnolo in un prossimo futuro, almeno secondo una ricerca della catena di supermercati alimentari Whole Foods Market, che ha analizzato i food trend 2018 dall’osservatorio della grande distribuzione a stelle e strisce.

  • Due passi tra i banconi del futuro

Secondo la ricerca della catena di supermercati, ripresa anche dalla rivista Mark Up, una delle tendenze del futuro sarà la ricerca di sapori floreali nei prodotti di largo consumo, dagli snack o alle bevande. Accanto a questo trend, va forte anche quello delle polveri da aggiungere nelle zuppe, nei tè, nei caffè, nei prodotti da forno o in altri preparati alimentari. Nella mappa dei cibi del futuro conquista terreno la cucina mediorientale, in tutta la sua originalità. Aumentano le richieste di cetrioli e melograno, ma anche di alimenti più esotici e meno conosciuti, dall’harissa al cardamomo, che vanno ad affiancare i più noti hummus e falafel.

Photo by Ho Hyou on Unsplash

  • Chi siamo? Da dove veniamo? Cosa mangiamo?

Tra le principali richieste dei consumatori, restano stabilmente “in vetta alla classifica” quelle legate all’origine, la provenienza e la qualità dei cibi. Secondo la ricerca di Whole Food, infatti, la trasparenza della filiera rimane un valore premiante e sempre più ricercato. Se quella della trasparenza sull’origine degli alimenti è una tendenza ormai consolidata, emergono anche delle novità sul fronte vegano. Le nuove tecnologie, infatti, consentono di affinare e ampliare l’offerta dei prodotti veg, che corre su un doppio binario: perdere qualcosa (l’hamburger senza carne, il tonno senza pesce) mantenendo gusto e sapore.

  • Tacos ovunque, tacos sempre. Benvenuti nell’era del Taco

Tra le curiosità emerge la grande affermazione del Taco tra gli interessi dei consumatori. La tipica tortilla messicana sembra suscitare interesse sempre crescenti, occupando le tavole dalla colazione al dessert. Un trend probabilmente rinforzato dalle farciture sempre più inedite e ricercate, dal pesce crudo alle alghe.

Photo by rawpixel on Unsplash

  • Riciclare e dissetarsi, con originalità

Chiudiamo questa carrellata sui nuovi trend alimentari con due ulteriori segnalazioni. La prima riguarda l’attenzione, da parte dei consumatori al riciclo, ovvero all’utilizzo di parti povere degli alimenti per realizzare ricette innovative. Si va dal recupero delle scorze di cocomero ai gambi di sedano o di broccolo, il tutto in un’ottica di economia alimentare e di lotta allo spreco. La seconda tendenza riguarda le bevande, che si prediligono sempre con bollicine, ma meno gasate e meno zuccherate. Anche in questo caso, ed è un po’ il filo conduttore di tutta l’indagine la direzione non cambia e va verso sapori originali, con un occhio sempre aperto sulla qualità e la salute.

FacebookTwitterShare

Ti potrebbero interessare anche

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.