Monterotondo Marittimo: un borgo e un formaggio ‘rinnovabili’

Monterotondo Marittimo si trova all’incrocio di tre province – Pisa, Livorno e Grosseto – ed è un piccolo borgo immerso tra i boschi di castagni. Un angolo di Maremma ancora poco conosciuto, ma ricco di luoghi da scoprire. L’elemento caratterizzante di Monterotondo e del suo territorio è la geotermia, che ne ha scandito la storia e modellato il paesaggio.

Uscendo dal paese si trova il Parco delle Biancane, dove è possibile ricostruire le vicende geotermiche di Monterotondo.
Il Lagone naturale e la Sorgente di Chiorba, nella parte inferiore del Parco sono due luoghi da non perdere per osservare l’energia della terra in piena azione. Nella parte alta del Parco Le Biancane offrono uno spettacolo di grande suggestione con colonne di vapore, gayser e soffioni boraciferi ad impregnare l’aria di zolfo.

Immersa in questa atmosfera da sogno si trova l’Azienda Agricola San Martino che, da oltre 40 anni, produce i suoi formaggi con il latte di pecore allevate allo stato brado in varie zone della Toscana. I prodotti caseari dell’azienda nascono dall’incontro delle antiche tradizioni casare con l’uso di energia rinnovabile. La geotermia, infatti, viene utilizzata in tutte le fasi del processo produttivo con un notevole beneficio dell’ambiente.

I formaggi a energia cento per cento rinnovabile, compreso il Pecorino Toscano DOP, sono buoni e fanno bene alla salute e alla nostra terra, come dimostrano i tanti riconoscimenti ottenuti in Italia e all’estero.

Per approfondire, visita il sito dell’Azienda Agricola San Martino

FacebookTwitterShare
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.