Linguine al pesto. Sapore di Liguria

Genova è una splendida città, capoluogo di una regione altrettanto splendida come la Liguria. Fino a un paio di secoli fa è stata capitale di una Repubblica che, soprattutto in epoca medievale, ha portato nel mondo, almeno in quello fino ad allora conosciuto, ricchezza, sviluppo e cultura.

Quella portata avanti da Genova con il passare dei secoli è stata anche una cultura gastronomica che continua, oggi, grazie a piatti e tradizioni unici. Uno di questi è sicuramente la pasta al pesto, vera e proprio bandiera della terra ligure. E oggi vi proponiamo questa ricetta, scegliendo come pasta le linguine e aggiungendo un nostro tocco, con un po’ di Pecorino Toscano DOP.

  • Due tradizioni che si incontrano

Giusto per aggiungere al piacere del palato qualche altra suggestione culturale, diciamo che questo piatto nasce dall’incontro di due tradizioni. La prima è quella dei maestri pastai liguri, che vantano una storia antica, con oltre otto secoli di esperienza alle spalle. La seconda è quella del pesto, che affonda le sue radici nell’Ottocento e si è affermata in poco tempo come una delle salse fredde più apprezzate e consumate al mondo.

  • 7, il numero perfetto

Nella numerologia il 7 ha significati molto profondi. La mitologia, prima, e la cultura cristiana, poi, ne hanno fatto abbondante uso nel loro universo simbolico. Ma cosa c’entra tutto questo con la nostra ricetta di oggi? C’entra, e molto, perché, anche per il pesto, il 7 è un numero importante. Tanti, infatti, sono gli ingredienti necessari a realizzare la ricetta tradizionale: basilico, olio extravergine di oliva, parmigiano reggiano, pecorino, pinoli, aglio e sale.

  • Il Pecorino Toscano DOP stagionato

Se è vero che questi ingredienti sono i pilastri essenziali per preparare un buon pesto, è altrettanto vero che le varianti possibili sono molte e declinabili a secondo della fantasia dello chef. Nel nostro caso, il generico pecorino diventa Pecorino Toscano DOP stagionato, da utilizzare grattato nel pesto che vogliamo realizzare. Il nostro formaggio può dirsi stagionato dopo una maturazione di almeno 120 giorni, che può andare avanti anche fino a un anno. Un formaggio molto adatto a chi cerca gli aromi e i profumi che si sviluppano con la stagionatura. In Italia, il Pecorino Toscano DOP stagionato è consumato prevalentemente a fette, ma può essere apprezzato anche a scaglie e grattugiato, come in questo caso e come su molti altri piatti tradizionali.

Il ricettario del Pecorino Toscano DOP

La nostra ricetta delle linguine al pesto la trovate qui e sul sito del Pecorino Toscano DOP trovate anche il ricettario realizzato nell’ambito del progetto ‘Il gusto di imparare’, che ha valorizzato la creatività e l’impegno dei ragazzi dell’Istituto Alberghiero Leopoldo II di Lorena di Grosseto.

FacebookTwitterShare

Ti potrebbero interessare anche

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.