Gnocchi mon amour, quando la cucina italiana incontra la nouvelle cuisine

La cucina italiana è sicuramente tra le più rinomate al mondo e alcuni dei suoi piatti sono entrati a far parte della tradizione culinaria internazionale, anche di quelle più blasonate come quella francese.

Oggi vi proponiamo la versione d’oltralpe degli gnocchi, rivisitati in chiave toscana da Ombretta per il blog ‘Orietta’s recipes’ con l’aggiunta di Pecorino Toscano DOP.

  • Gli gnocchi ‘soffiati’ che piacciono tanto ai vegetariani

Gli ‘gnocchi alla parigina’ sono un piatto unico, sostanzioso e ricco di sfumature di gusto. L’impasto si presenta come una specie di pasta choux che si ottiene amalgamando, con energia in una pentola, latte, farina, noce moscata e burro fino a ottenere un impasto omogeneo che va fatto raffreddare per poi aggiungerci le uova. L’impasto, molto elastico, sarà poi inserito in un sac à poche con il quale saranno realizzati, uno a uno, gli gnocchi da versare in pentola e cuocere direttamente nell’acqua bollente. Una volta scolati, gli gnocchi saranno conditi con salsa mornay, una versione più sostanziosa della classica besciamella, composta da panna, formaggio e un tuorlo d’uovo. La nostra foodblogger per la ricetta di oggi ha scelto il Pecorino Toscano DOP fresco per la salsa e il Pecorino Toscano DOP stagionato per gli gnocchi .

  • Il Pecorino Toscano DOP in cucina

Il Pecorino Toscano DOP è un prodotto versatile, da gustare come formaggio da tavola, fresco o stagionato, ma anche come ingrediente, grattugiato oppure a scaglie, per arricchire tanti piatti e ricette, a partire da quelle della tradizione gastronomica toscana. Per scoprire tutte le ricette, clicca qui.

Vuoi farci conoscere le tue ricette con Pecorino Toscano DOP?

Se sei un foodblogger e ami sperimentare nuove ricette, partecipa al nostro progetto ‘La forma e il contenuto e diventa protagonista dei nostri ricettari utilizzando il Pecorino Toscano DOP! Per saperne di più, clicca qui.

FacebookTwitterShare

Ti potrebbero interessare anche

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.