Daniela e le sue pecore: la ‘pastora’ nel cuore della Maremma

la giovane pastora e le sue pecore in maremma daniela zamperini

Una storia ‘fuori dal gregge’ mossa da una passione coltivata fin da piccola prima con il padre e poi da sola. Quella che vi presentiamo è la storia di Daniela Zamperini e del suo allevamento, un angolo di paradiso tra i prati della Maremma

Aveva solo 4 anni Daniela Zamperini, originaria di Roccalbena (Grosseto), quando per la prima volta fu accompagnata dal padre a mungere la prima pecora. Una passione nata sin da bambina e coltivata nel tempo, tra i pascoli verdi della sua adorata Maremma che ha spinto la giovane donna a fare una scelta che le avrebbe cambiato la vita: avere un gregge tuo suo e vivere di pastorizia. La storia che vi raccontiamo oggi, ripresa da Il Tirreno, parla di forza, determinazione e di chi ha scelto di seguire i propri sogni.

  • La mia vita da ‘pastora’

Daniela è figlia di una famiglia semplice, che vive di agricoltura e pastorizia. A trasmetterle questa passione è il padre, che porta avanti l’attività di famiglia da anni portando avanti le tradizioni tramandate dai suoi predecessori. Di certo non avrebbe mai immaginato di passare il testimone alla figlia, che all’età di 20 anni decide di seguire la passione del padre e di intraprendere l’attività di ‘pastora’ per farne il lavoro della sua vita. Oggi Daniela vanta un’esperienza di 10 anni e porta avanti i suoi allevamenti nella sua amata Maremma. Oggi Daniela ha le redini dell’attività e gestisce gli affari di famiglia da sola, soprattutto da quando il padre si è ammalato: il suo allevamento comprende tre pascoli, con oltre 200 pecore, a cui la giovane donna si dedica con determinazione e senza rimpianti.

  • “Se tornassi indietro? Rifarei tutto senza rimpianti” 

“Il mio babbo non voleva che facessi questo lavoro, perché è difficile e rende poco – racconta Daniela – ma io non lo cambierei con nessun altro. Dopo il diploma, ho lavorato in ufficio e come cameriera ma non era quello mi piaceva fare e ho deciso di affiancare mio padre, prendendo poi le redini dell’azienda quando ha avuto bisogno del mio aiuto”.

Una scelta forte per una ragazza giovane come Daniela, che inevitabilmente le ha cambiato la vita. Per lei non esistono sabati né domeniche o uscite fino a tarda notte con le amiche. perché la mattina la sveglia suona presto e le sue pecore la aspettano. Ma Daniela ha molti amici e una grinta che la portano, senza paura, ad allevare e seguire le sue pecore durante tutto l’anno e a stare con loro al pascolo per tre mesi in estate sul Monte Labro, nella zona dell’Amiata grossetana. A farle compagnia, il suo cane, Serena, fedele compagna di una passione “fuori dal gregge”.

Volete sapere come continua la storia di Daniela Zamperini?

La grinta di Daniela e la sua forte determinazione hanno portato la giovane donna a seguire una passione “fuori dal gregge” tramandatale dal padre. Una passione che coltiva fin da bambina e che, ogni mattina, la fa svegliare con il sorriso. L’intervista completa la trovate sul sito de Il Tirreno

Foto tratte da Il Tirreno

FacebookTwitterShare

Ti potrebbero interessare anche

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.