Benvenuti a Los Angeles, provincia di Bologna, da Steve Samson

A Los Angeles pulsa un cuore rossoblu. Sì, proprio quel rossoblu, quello del glorioso Bologna Football club, lo squadrone che “tremare il mondo fa”.
Rossoblu è anche il nome del ristorante dello chef Steve Samson, un vero e proprio punto di riferimento per gli amanti della cucina italiana nella “città degli angeli”. La mamma di Samson è nata e cresciuta nella città felsinea ed è proprio sotto le Due Torri che inizia l’avventura culinaria di Steve.


Come nasce “Rossoblu”?
Rossoblu nasce come celebrazione del cibo che mi ha ispirato per diventare uno chef. Il nome è dedicato alla città natale di mia mamma, Bologna appunto, dove ho trascorso molte estati fin da piccolo.

Qual è la filosofia alla base della tua cucina?
Credo molto nell’uso di ingredienti eccellenti e di qualità e nel farli parlare da soli. Voglio che il mio cibo sia pieno di sentimento, senza complicazioni.

Che approccio hanno gli americani alla cucina italiana?
Quando le persone cenano a Rossoblu, voglio che provino la cucina tradizionale bolognese in un ambiente moderno di Los Angeles. Non penso che la maggior parte degli americani cerchi modernità o innovazione quando mangiano cibo italiano. Vogliono assaggiare la cucina della nonna.

Al WestEdge Design Fair hai cucinato dei piatti a base di Pecorino Toscano DOP. Cosa pensi del nostro formaggio?
Adoro il sapore del Pecorino Toscano DOP stagionato e la freschezza del formaggio più “giovane”. Il Pecorino Toscano DOP è un prodotto davvero eccellente.

Quali sono i tuoi obiettivi, culinari, ma non solo, per il futuro?
In questo momento mi sto concentrando su Rossoblu e sulla nostra piccola pizzeria Superfine, oltre a passare tutto il tempo con i miei gemelli di sette anni, Luca e Gaia.

www.chefstevesamson.com

Facebook: Chef Steve Samson
Twitter: Steve Samson
Instagram: chefstevesamson
YouTube: Steve Samson

FacebookTwitterShare

Ti potrebbero interessare anche

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.