Pasta cozze e Pecorino Toscano DOP

FacebookTwitterPinterestShare

Ingredienti per due persone

  • 80 gr pasta lunga (spaghetti, linguine, tagliatelle)
  • 200 gr cozze
  • 40 gr Pecorino Toscano DOP
  • 1 spicchio aglio
  • q.b. sale
  • q.b. pepe
  • q.b. peperoncino
  • q.b. olio extravergine d’oliva

Procedimento

Mettete in una padella l’aglio schiacciato, il peperoncino e un cucchiaio d’olio e le cozze pulite. Iniziate a cuocere su fiamma vivace con la padella coperta per 3-4 minuti. Trascorso questo tempo aprite e controllate se le cozze si sono aperte o se invece sono ancora chiuse, mescolate con un cucchiaio di legno e spegnete quando si sono aperte quasi tutte (quelle che non si aprono sono morte e devono essere buttate).

Eliminate il guscio delle cozze tenendo solo il mollusco interno. Mettete tutti i molluschi in un contenitore e quando avete finito, aiutandovi con un colino, filtrate il liquido rilasciato dalle cozze eliminando le impurità. Questo passaggio è importante, l’acqua delle cozze le conserverà gonfie e lucenti (basta che vi siano immerse completamente) e vi permetterà di utilizzarle anche 1-2 giorni dopo, senza perdere la qualità.

Cuocete la pasta in abbondante acqua non salata per 4 minuti, senza cuocerla completamente. Mettete la pasta ammorbidita in una padella con l’acqua ottenuta dalle cozze e cuocete a fiamma medio bassa per non far evaporare velocemente il liquido. Portate a cottura completa, a seconda del tipo di pasta. Se necessario aggiungete altra acqua, la cottura risottata serve per far assorbire alla pasta il sapore delle cozze ed insaporirla. E’ importante che l’acqua sia quasi completamente evaporata quando lo spaghetto è pronto. Aggiungete le cozze e saltate un minuto per amalgamare e scaldarle.

Fuori dal fuoco aggiungete il Pecorino Toscano e mantecate gli ingredienti, la temperatura non deve essere troppo alta o il formaggio filerà. Per avere una pasta cremosa è essenziale che ci sia acqua di cottura, se lo spaghetto è asciutto non si formerà la crema di pecorino (tipo cacio e pepe).

Luca del blog Buone ricette per cattivi cuochi
Leggi la ricetta originale su www.cattivicuochi.it

Scopri altre ricette