Un sogno che si realizza. Nasce il Caseificio Il Fiorino

La storia del Caseificio ‘Il Fiorino’ racconta quella di una famiglia che ha coltivato la sua passione per l’arte casearia partendo dalle strade della transumanza e oggi è divenuta un successo imprenditoriale

‘Il Fiorino’ oggi produce formaggio di altissima qualità e un Pecorino Toscano DOP apprezzato in tutto il mondo, ma nel 1957, anno in cui avevamo interrotto la prima parte della storia ‘fuori dal gregge’, quel successo aveva ancora il sapore di un sogno tutto da realizzare.

  • Il 1957, l’anno della svolta

Nel 1957 nasce il primo caseificio fondato da Duilio Fiorini dopo che i suoi genitori, Caterina e Ferrero, avevano avviato l’attività con un negozio nel cuore di Roccalbegna. La caldaia che ancora oggi è presente in azienda, insieme al generatore di vapore per scaldare il latte, consentirono di iniziare a produrre formaggio e ricotta, prodotti che incontrarono subito il favore dei primi clienti.

  • Primi segni del successo in arrivo

Nella prima fase di attività l’azienda mostra già le caratteristiche che ha ancora oggi: innovazione, legame con il territorio, attenzione alla qualità del prodotto. Il 1962 è un altro anno importante, con la costruzione di un nuovo piccolo stabilimento che viene utilizzato ancora oggi per stagionare il formaggio ‘in grotta’.

  • Il cuore e l’eccellenza del Caseificio ‘Il Fiorino’

La grotta che ospita la stagionatura del formaggio è uno spazio di grande fascino, scavato all’interno delle rocce di Roccalbegna e da qui escono alcuni dei prodotti più prestigiosi dell’azienda: il pecorino “Riserva del Fondatore”, il “Grotta del Fiorini” e il “Cacio di Caterina”. Formaggi dal gusto inconfondibile, acquisito grazie all’areazione naturale, alla temperatura e al riposo. La stagionatura in grotta consente, inoltre, di far sviluppare quelle muffe naturali che senza trattamenti danno un ultimo inconfondibile tocco al prodotto. Tra il vecchio negozio nel cuore del paese e il nuovo caseificio che sarà realizzato alla fine degli anni Ottanta sorge questa ‘casa bottega’ di famiglia. Angela Fiorini, la figlia di Duilio, cresce nel caseificio, tra i familiari e i dipendenti, che fanno un po’ parte di quella famiglia allargata che è Il Fiorino. Tra i suoi ricordi d’infanzia ci sono i sapori, il profumo della ricotta appena fatta, ma anche gli scherzi e i giochi che scandivano le giornate al caseificio.

  • Il tempo scorre e il mondo cambia, come cambia il modo di fare il formaggio

L’obbligo di utilizzare il latte pastorizzato, sancito negli anni Settanta, rappresenta una vera e propria rivoluzione nell’arte casearia. Duilio Fiorini sa cogliere le novità e l’attività continua a crescere. Nel 1985 è anche tra i soci fondatori del Consorzio tutela del Pecorino Toscano e si impegna nella promozione di questo prodotto, sempre più eccellenza del territorio. “Mio padre credeva molto nel ruolo del Consorzio e anche io, oggi, credo che l’impegno per la valorizzazione del Pecorino Toscano DOP debba essere portato avanti”, dice Angela.

Il Caseificio Il Fiorino continua a crescere e guarda al futuro

E’ il 1989 e i Fiorini decidono di aprire un nuovo stabilimento, più grande, più moderno e un po’ fuori dal paese. Con il nuovo caseificio il prodotto migliora ancora e, agli sgoccioli del Novecento, si concretizza anche il passaggio generazionale, con il passaggio di testimone dal babbo Duilio alla figlia Angela.

Scopri la prima parte della storia all’articolo, Caseificio ‘Il Fiorino’ come un romanzo. Storia di un successo di famiglia

Scopri la terza parte della storia all’articolo, Dalla transumanza ai successi internazionali: Il Fiorino guarda al futuro

Dove comprare il Pecorino Toscano DOP del Caseificio Il Fiorino

Caseificio Il Fiorino
Loc. Paiolaio
58100 Roccalbegna (Grosseto)
Tel. 0564 989059
Fax. 0564 989067
E-mail negozio@caseificioilfiorino.it

FacebookTwitterShare
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.