Le Indicazioni geografiche asse strategico del Made in Italy

Ancora primato mondiale per l’Italia con 822 prodotti DOP, IGP, STG registrati a livello europeo su 3.036 totali nel mondo e quattro nuovi prodotti registrati nel 2018.

Il comparto delle Indicazioni georafiche italiane esprime i risultati più alti di sempre, con un valore di oltre 15,2 miliardi alla produzione. A delineare il quadro della situazione è il Rapporto Ismea – Qualivita 2018, l’indagine annuale che analizza i valori economici e produttivi della qualità delle produzioni agroalimentari e vitivinicole italiane DOP, IGP e STG.

  • La DOP Economy traina l’economia italiana

L’analisi sottolinea che la ‘DopEconomy’ supera i 15,2 miliardi di euro di valore alla produzione per un contributo del 18% al valore economico complessivo del settore agroalimentare nazionale. Se il settore agroalimentare italiano ha visto crescere il proprio valore del +2,1%, il settore delle DOP e IGP ha ottenuto un risultato migliore pari al +2,6%. Continua a crescere l’export delle IG made in Italy, che raggiunge gli 8,8 miliardi di euro (+4,7%) pari al 21% dell’export agroalimentare italiano. Bene anche i consumi interni nella GDO, che mostrano trend positivi con una crescita del +6,9% per le vendite Food a peso fisso e del +4,9% per il Vino.

mercato della frutta e qualità italiana in Toscana con prodotti certificati dop e igp

  • Agricoltura e agroalimentare fiori all’occhiello del Made in Italy

“Per la prima volta – ha spiegato Raffaele Borriello, direttore generale di Ismea – abbiamo assistito alla crescita esponenziale del sistema delle DOP, oggi vero e proprio traino della crescita dell’agroalimentare italiano e fiore all’occhiello del Made in Italy. Quello delle IG, è solo uno dei primati italiani. La nostra agricoltura è prima in Europa per valore aggiunto, per numero di aziende biologiche, e ai primissimi posti per l’export mondiale di prodotti come il vino, la pasta, il formaggio e l’olio”.

Per approfondire, www.qualivita.it.

Fonte Qualivita

FacebookTwitterShare

Ti potrebbero interessare anche